domenica 25 agosto 2013

Sogno di una notte di fine Estate. . .




Allora, chiudo gli occhi, mi concentro e formulo le paroline magiche. . .


"Penna Lunare. . . in un giorno della mia infanzia voglio tornare" . . .

Questo affare non funziona più. . .magari ci vorranno soltanto delle pile nuove! 


Bonjour tout le monde!
Mi sono impazzita oggi!
Scusate!

Ieri notte questo pensiero mi assillava tanto da non riuscire a prendere sonno, ed i desideri crescevano, si affollavano nella mia mente, e l' immaginazione galoppava così forte che avrei avuto voglia di alzarmi e mettermi a scrivere, ma il sonno era troppo e ho rimandato a questa mattina.

Avrei proprio voluto che la mia vecchia penna lunare, regalo di Natale di mio fratello quando avevo circa 8 anni avesse funzionato davvero.


Se potessi farlo vorrei  vivere un solo giorno di me bambina nella mia vecchia casa.


Andrei subito nel lettone in camera da letto a guardare i miei cartoni preferiti!!

Candy Candy, E' un pò magia per Terry&Meggie, Un fiocco per sognare, Tutte per una, una per tutte, Pollon, Babar, Sailor Moon, Mila&Shiro, Kiss me Licia, Lady Oscar, Papà gamba lunga. . .e tanti altri :')

Poi scorrazzerei per tutta la casa, andrei nella vecchia cameretta che dividevo con mia sorella e ne riguarderei ogni paricolare, mi affaccerei alla finestra, e non ci sarebbe nessun panorama da guardare visto che dava semplicemente sul tetto del palazzo, ma avrei chiamato dolcemente il mio gatto di allora, <<Pegasooooo>> , che lì faceva  passeggiate e lunghe dormite, lo osservavo e lo invidiavo mentre camminava sopra quella resina ondulata verde petrolio con vista sul cielo blu.

Uscendo correrei nel cucinino, un piccolo spazio con una finestra sul mare, li mia mamma sfornava prelibatezze, c' era il mio pesciolino rosso dentro una palla di vetro e poi c' era quel sottoscala, che io credevo nascondesse qualcosa di magico, in realtà c'erano solo scope e stracci per pulire.

Mi affaccerei dal balcone, respirando la brezza marina, con un tocchetto di pane tra le mani e mio padre accanto, scruterei il cielo in cerca di un amico. Una volta avvistato lascerei scivolare il tocchetto di pane oltre la ringhiera ed un gabbiano al volo lo afferrerebbe nel suo becco. . .
Sarà per questo dolce ricordo che mi piacciono tanto i gabbiani, li osservo con occhi sognanti.

Sta arrivando una carrozza, una di quelle che alcune spose amano ancora noleggiare per il loro giorno speciale, quasi fossero principesse. . .è allora che tra gli zoccoli del cavallo e il tintinnìo dei vari fronzoli che si porta addosso (povera bestiola) abbaiando e scodinzolando arriverebbe Pallina, la mia cagnolina. Per noi Pallina era anche Lilly, Jaquelina, Paolina, e alla fine dei suoi giorni Coco, son cani, si sa a volte hanno un odore non molto gradevole pur lavandoli spesso, ma noi la amavamo così com' era.

E allora vorrei anche una Polaroid, per immortalare ogni cosa di quella casa, di quei momenti, che sono indelebili nella mia mente ma che vorrei poter guardare ogni tanto.

Avrei tanta voglia di salire su in terrazzo, passando per la camera di mio fratello. Quindi di aprire la porta che sta in cucina e fare le scale, fermarmi sul pianerottolo, e osservare quella finestra che porta sul bagno. . .quanto amavo scavalcarla di nascosto dalla mamma. . .salirei ancora su per poi entrare nel mondo in disordine del mio fratellone ancora ragazzino, a scrutare la sua collezione di lattine e accendendo le luci colorate che ha sistemato da qualche parte. Lo stereo suona Ligabue o Jovanotti, mentre il mare è alla mie spalle dietro la finestra scorrevole che ne consente la contemplazione.

Ma era il terrazzo la parte migliore, li si faceva il bagno d' Estate schizzandoci con una lunga pompa e Lilly si divertiva un mondo! Anche lei amava i tetti come Pagaso :D e d' improvviso con un balzo scompariva fra le tegole del tetto di casa, le sue zampette ticchettavano al contatto con la terracotta.

Ho sempre pensato di aver lasciato quella casa troppo presto, non avevo ancora compiuto 10 anni, ero troppo piccola per apprezzare ciò che mi accingevo a non rivedere più. Ma si sa, la mente bambina  cattura tutto, è per questo che ne ricordo molti particolari, dalle porte, ai mobili, le scale che mi portavano a sinistra dalla vicina di casa con cui giocavo e a destra da quella vecchia strega che si lamentava sempre.

In salone per esempio ricordo che per i miei compleanni c' era sempre un gran casino, compagne di classe, regali, musica, mia sorella che ci faceva da animatrice, festoni e torte.

Durante la domenica, mio padre metteva su dischi di musica italiana '60 '70 '80.

A Natale invece la camera si riempiva dei canti del coro dell' Antoniano.

E' li che vorrei vivere adesso, ci porterei C. e li far crescere la nostra famiglia.

Il suo studio sarebbe nella vecchia camera di mio fratello, il mare lo ispirerebbe nei suoi progetti, e Sonny, il nostro futuro cane gli terrebbe compagnia ♥ ^^

Scusate se vi ho annoiato, mi sono dilungata parecchio, pur essendomi trattenuta con i ricordi e i desideri, ma avevo troppo bisogno di scrivere questi pensieri.


Vi auguro una bellissima Domenica di fine Agosto.


Vivere la vita significa amare ogni istante.

Bisous, bisous, S.


31 commenti:

  1. bellissimo questo post,davvero....
    per un po mi è sembrato di girare per quella casa...
    ps:ce l'avevo anch'io quella penna!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elisa, è bello portarvi a spasso nei miei pensieri :))
      davvero ce l'avevi?? E' una delle poche cose che mi sono rimaste, quanto mi piacevaaaa!!!!
      Bacii

      Elimina
  2. ciao! sarà stato anche merito del sottofondo musicale che hai sul blog (è capitata "feel like home" che adoro) ma mi sono venuti gli occhi lucidi a leggere questo post :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *-* Ciao Chiara, è stato un caso ci fosse questa canzone, l'ho scelta mesi fa, e devo dire che è proprio vero, casca a pennello!!! Bisous!!

      Elimina
  3. Mi è piaciuto leggere la tua giornata da bambina [con la testa di una grande però, perché solo noi possiamo davvero apprezzare ciò che era la normalità più assoluta!]

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Patalice, hai ragione, infatti se potessi riviverlo questo giorno, avrei sembianze di una bambina, ma vorrei gli occhi e la testa di oggi. . .

      Elimina
  4. Che bello questo post tesoro mio, mi hai emozionata *-* Spesso anche io penso alla mia infanzia e al fatto che mi piacerebbe riviverla anche per un solo giorno.. Guardare l'orologio della cameretta aspettando l'inizio di Bim Bum Bam e dei vari cartoni animati, fare i compiti con la mamma (quanto sembravano difficili!), giocare con tutti i miei pelouche - che in buona parte ho ancora.. Cose così insomma <3 Un bacioneeee *-*

    PS: la penna lunare la voglio vedere dal vivooooo!! Io avevo lo scettro, quanto mi manca, sob ç_ç

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AAAhh stavo per scriverlo anche Bim Bum Bam, ma ho deciso di restare solo sul tema cartoon se no poi mi toccava tutta la trafila di programmi precartoni :D quanto li adoravo!!

      Che bello lo sceeeettrooooooo *-* Al prossimo incontro te la porto la penna :D a proposito...quandoooo????? <3
      Baci sirenetta!!! Grazie!!

      Elimina
    2. Quando vuoiiiiiiiiiii!! *O*

      Elimina
  5. Alle volte abbiamo proprio bisogno di tornare bambini e allo stesso tempo di progettare per il futuro, grazie per averci portato nei tuoi pensieri :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Poupette, è stato un mix esplosivo il mio, passato&futuro, in un presente troppo ingarbugliato!!
      Per fortuna esitono i ricordi e l' immaginazione!
      Bacissimi...
      Ah, mi ricorderesti il titolo del libro in cui posso trovare "Poupette" :-P

      Elimina
  6. Ciao Parigina! Ma sai che l'altra sera ero un po' triste e navigando in rete non so bene come sono capitata su google maps e mi sono messa a gironzolare virtualmente per il quartiere dove abitavo da bambina zoomando più che potevo sulla mia vecchia casa e sentendomi un po' stupida perché certo non avrei potuto vedere nulla del suo interno... menomale che non sono l'unica ad avere questi attacchi di nostalgia! Ti mando un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fatina mia. . .non sei assolutamente l' unica, e leggendo tutti questi commenti ti sarai resa conto che non è affatto stupida la nostra voglia di tornare "Li" Grazie per averla condivisa con me....ti abbraccio tanto anch'io :*

      Elimina
  7. Bellissimo post, per niente noioso e scritto bene. Hai trasmesso un po' di malinconia anche a me... Ma ti posso dire che quando avrai dei bambini i cartoni li rivedrai tutti insieme a loro, almeno quelli ;) Un abbraccio, Caterina www.imieioutfit.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Caterina! Mi spiace se ti hofatto venire il magone <3 Sicuramente li guarderò tutti i cartoni con loro :D ma di certo non saranno i miei "papà gamba lunga, o belle e sebastien" *-*
      Un bacio grande!!!

      Elimina
  8. Questo post è davvero magnifico, anche io vorrei poter rivivere un giorno da bambina nella mia vecchia casa. Adoro anche il sottofondo musicale del tuo blog, è una canzone proprio dolce! Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentrovata Giulia! Grazie per aver apprezzato il mio racconto! In effetti come dicevo a Chiara questa canzone è perfetta nel contesto "casa" :) a Presto! Kisss

      Elimina
  9. Sere quanto vorrei tornare bambina.. a volte lo vorrei davvero tanto! Quando tanti problemi erano lontani o inesistenti..
    Ti abbraccio amica!!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io *-* ma non per tanto tempo però :-P essere "grande" mi piace, ma vorrei avere più di album fotografico...una macchina del tempo per esempio!!! :D ahahahhah
      Abbraccissimo a te tesora!! :*

      Elimina
  10. Un fiocco per sognare...quanto mi piaceva! *_*
    Io ho ricordi così sfocati della mia infanzia... non so perchè...mi ricordo così poco, che mi piacerebbe avere la possibilità di sbirciare e rivivere qualche momento! Potendo scegliere, credo rivivrei uno dei miei primi saggi di danza: quanto mi sentivo felice su quel palcoscenico :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh eh ho scoperto uno dei sogni nascosti che tutti noi abbiamo in comune :D ah mi hai fatto venir in mente una cosa troppo divertente...un saggio di danza in cui mi esibivo con le mie compagnette in Rock 'n roll tonight!!! Lo voglio rivivere anch'iooooo ahahhaha troppe risate!

      Elimina
  11. Quanto è bello questo post!
    Se potessi, cercherei di assaporare ben bene quei momenti da adolescente...

    Chè poi la vita diventa troppo monotona, tra lavoro, studio e famiglia :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. É proprio così Elenie...per fortuna ce lo ricordimo a vicenda, e allora non ci lasceremo scappare tutto, tutto.... ;) bosous!!

      Elimina
  12. Sei carinissima! davvero mi sono iscritta con piacere!! Bellissimo questo post!
    se ti va passa da me, ti aspetto !!! bacioni!!!
    http://simplymyself10.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Monia, sei un tesoro ^^ passerò volentieri :** bisous!!

      Elimina
  13. Ciao, bellissimo post e canzoni di sottofondo.
    siamo un pò bambine anche da adulte, io ogni tanto mi sento le canzoni dei cartoni animati
    che mi hanno accompagnato da bimba :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara!!! ^^ Quello lo faccio anch' io spesso, mi mettono tanta allegria!!! E per fortuna anche il mio ragazzo é così...ci facciamo delle stonatissime cantate insieme :D baciiii

      Elimina
  14. Ciao ce un premio per te sul mio blog
    http://cosmeticinat.blogspot.it/2013/08/premio-dellamicizia.html

    RispondiElimina
  15. Bellissimo questo post mi sono emozionata a leggere sarà anche per la canzone feel like home che adoro !! *____* comunque anche sul mio blog c'è un premio per te :) però credo che erika abbia la precedenza vedi un pò tu se ti va passa a dare un occhio :) baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieeee Ilaria!!! ^^ Passerò anche da te :*

      Elimina